Coronavirus e Settled Status: cosa c’è da sapere per non perderne il diritto

Alcune assenza prolungate potrebbero intaccare il diritto acquisito. Ecco come funziona spiegato dall'esperto in immigrazione

Coronavirus e Settled Status: cosa c’è da sapere per non perderne il diritto

 

Il Covid ha causato e continua a causare problemi a cittadini italiani residenti in UK che si sono trovati impossibilitati a rientrare nel Regno Unito per vari mesi. C’è la preoccuazione che il numero elevato di assenze dal Paese possa pregiudicare il loro diritto a fare domanda di settled status o di cittadinanza britannica, o faccia decadere il pre-settled status già acquisito.

Inoltre, non è ancora chiaro a tutti cosa bisogna fare ed entro quale data sia necessario entrare in UK o fare domanda di pre-settled o settled status per garantrisi il diritto di entrare o rimanenere in UK dopo la fine del periodo transitorio. Ecco le risposte ad alcune domande poste più di frequente.

E’ vero che lasciare il Regno Unito per più di sei mesi fa perdere il pre-settled status? Si tratta di sei mesi consecutivi o anche in periodi diversi?
Il pre-settled status, una volta acquisito si conserva a meno che non si lasci il Paese per due anni consecutivi. Però bisogna fare attenzione, perché mantenere il pre-settled status non basta. Per acquisire il settled status, bisognerà dimostrare la propria residenza in UK per almeno sei mesi in ogni periodo di 12 mesi, per cinque anni. Perciò se le assenze superano questo limite, non sarà possibile provare la propria residenza continuativa, e alla scadenza del pre-settled status non si potrà ottenere il settled status.

Se non ho i requisiti per il settled status, posso rifare domanda di pre-settled status?
Chi risiederà in UK entro la fine del 2020 potrà presentare domanda di pre-settled status, o ripresentarla in caso l’abbia già presentata ma poi si è assentato per più di sei mesi ed ha perduto la continuità di residenza necessaria per poter fare domanda di settled status. Questo però non sarà più possibile dalla fine di giugno 2021. Perciò se non viene fatta domanda di settled status prima della scadenza del pre-settled, ci si troverà senza alcun permesso di soggiorno in UK dopo il periodo transitorio. Al momento l’Home Office non ha espresso l’intenzione di dare la possibilità di allungare il pre-settled status, facendo una seconda domanda. Non sappiamo se questo cambierà in futuro.



E’ vero che le assenze dovute al Covid non contano per il computo totale di assenze ai fini della domanda di settled status o cittadinanza britannica?
No, al momento l’Home Office non ha pubblicato alcuna circolare al riguardo. E’ però possibile che sarà esercitata discrezionalità se le assenze superano il limite consentito a causa della pandemia. Non esistendo una norma generale, ogni situazione sarà valutata a seconda dello specifico caso.

Si può perdere il settled status una volta acquisito?
Si, il settled status si perde se ci si assenta dal Regno Unito per cinque anni consecutivi, o se si commettono alcuni crimini più seri. Invece è molto più difficile perdere la cittadinanza britannica una volta acquisita. Anche lunghissime assenze non ne comportano la perdita.

Posso fare domanda di pre-settled status se mi trasferisco in UK entro giugno 2021?
No. Chi è già residente in UK o arriverà entro il 31 dicembre 2020 può fare domanda di pre-settled status entro la fine di giugno 2021, ma chi arriverà da gennaio del prossimo anno sarà assoggettato al nuovo regime più restrittivo dello schema a 70 punti (qui l’articolo) e non avrà diritto a lavorare senza un apposito permesso.


L’autrice di questo articolo è Gabriella Bettiga director di MGBe Legal. Per contattarla gabriella@mgbelegal.com

Foto @WikiMedia – Riproduzione vietata – All Rights Reserved


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.